CASA ACCOGLIENZA A.R.O.P.


Tra i vari impegni a supporto del reparto di oncoematologia pediatrica, AROP si è dedicata in maniera particolare al miglioramento della qualità del nucleo familiare, durante i percorsi terapeutici, partendo dalle attività di carattere più ludico, sino ad arrivare alle problematiche più intime, grazie ai propri volontari che assistono i bambini e le loro famiglie nella quotidianità.
Questi primi 15 anni di attività a contatto con il reparto di oncoematologia pediatrica, con i bimbi ammalati e con le loro famiglie, hanno insegnato, anche se con un fondo retorico, che uno dei principali problemi che rendono più complicato il percorso terapeutico è proprio il distacco dal nucleo familiare, dalla CASA, dalla vita quotidiana.

Da dove arriva la forza per affrontare queste prove e i lunghi percorsi di sacrifici e sofferenze?

"I bambini cercano nello sguardo dei genitori la serenità ed il sorriso, mentre i genitori cercano negli occhi e nel sorriso del proprio figlio la forza per superare le prove quotidiane. Questo scambio di energie è una parte integrante della terapia e l’ambiente familiare della CASA può riportare la serenità necessaria!"

LA CASA A.R.O.P. ...

... è diventato un luogo dove vivere una vita il più possibile “normale”, dove condividere i momenti felici e quelli che lo sono meno, le quotidianità che caratterizzano questi percorsi terapeutici, in un luogo di totale relax e assoluto confort. La casa dispone infatti di diversi appartamenti con servizi igienici, di una sala giochi e di un’area comune soggiorno/cucina affinché le famiglie possano avere uno spazio in cui scambiare quattro chiacchiere e sentirsi meno sole.
L’obiettivo raggiunto della CASA ACCOGLIENZA, è stato il primo di un importantissimo traguardo reso possibile grazie al contributo di tutti coloro che hanno aiutato l’Associazione. Il primo punto di partenza per una prospettiva di vita migliore!