PHOTOSI’ DONA UNA SONDA ECOGRAFICA WIRELESS ALLA U.O. DI CHIRURGIA PEDIATRICA E AL REPARTO ONCOEMATOLOGICO PEDIATRICO DELL’OSPEDALE INFERMI

DONAZIONE PHOTOSI'

Un altro importante gesto di solidarietà è giunto alla nostra Associazione proprio in questi giorni da parte di Photosì, nelle persone del Legale Rappresentante Andrea Mainetti e dei soci Walter Montanari, Alberto Cofrancesco e Catia Bronzetti, che con una generosa donazione ha provveduto a sostenere sia il costo di futuri giocattoli che verranno destinati ai bambini in regime di ricovero del reparto di oncoematologia pediatrica, sia l’importante acquisto di una sonda ecografica wireless, che consente il posizionamento di accessi vascolari periferici e centrali con tecnica di venipuntura ecoguidata. L’impiego di ultrasuoni, dei quali fa uso la tecnica ecografica, rende possibile identificare vasi periferici altrimenti non apprezzabili alla palpazione, fornisce informazioni su dimensioni, posizione e profondità, la relativa distanza da arterie e terminazioni nervose. Sono diversi gli studi che dimostrano come l’approccio ecoguidato diminuisca il tempo necessario a reperire un accesso venoso periferico ed il numero di tentativi aumentando la soddisfazione del paziente soprattutto in età pediatrica. C’è infatti unanimità nella comunità scientifica nell’indicare le tecniche di venipuntura ecoguidata in grado di aumentare il successo di posizionamento al primo tentativo, rendere la procedura di impianto più sicura riducendo il rischio di complicanze durante la procedura stessa (puntura arteriosa; ematoma; pneumotorace; emotorace; puntura nervosa; infezioni; trombosi). Lo strumento è utile inoltre nella diagnosi di eventuali complicanze a breve e a lungo termine (trombosi venosa profonda catetere-correlata, flebiti, dislocamento del catetere, etc.) direttamente a letto del paziente, risparmiando il disagio e a volte il rischio connesso con lo spostamento di pazienti critici come spesso sono i bambini ammalati di tumore. La donazione è stata fatta a favore dell’Unità Operativa di Chirurgia Pediatrica e al reparto di Oncoematologia Pediatrica, che sono il centro di riferimento nella cura di tali patologie per tutta la Romagna, e non solo: ricevono anche pazienti da varie parti d’Italia o da Paesi Esteri (come Albania, Croazia, Romania).